B Videostorie di Volontariato | Ciessevi

Videostorie di Volontariato

VOLONTARI: I VOLTI, LE STORIE, LE EMOZIONI
Dodici volontari si sono messi in gioco con il loro volto, le loro storie e le loro emozioni per rendere al meglio questa idea: il tempo del volontariato è un bene prezioso.

Tutte le storie di Volontariato sono pubblicate sul Canale Youtube di Ciessevi

VERONICA
Veronica ha 26 anni e studia psicologia. Da un anno fa la volontaria in un'organizzazione che si occupa di bambini e ragazzi affetti da paralisi cerebrale infantile. ha iniziato cercando un'associazione che lavorasse con i bambini ed ora fa parte di un gruppo di volontari molto affiatato che organizza e conduce attività di gioco e animazione. Veronica aveva voglia di sentirsi utile e ora ha scoperto quanto è prezioso il suo tempo. Ogni volta che regala un sorriso a un bambino si rende conto di essere fortunata.
 

ROBERTO
Roberto è un tecnico informatico, ma una notte alla settimana fa anche il volontario in ambulanza. Ormai lo fa da 19 anni e gli altri volontari sono diventati anche il suo gruppo di amici con cui condivide non solo l'impegno nell'attività di primo soccorso, ma anche il bello dello stare insieme. Certo, la fatica di andare a lavorare dopo aver "fatto la notte" tante volte lo ha spinto a pensare "ma chi me lo fa fare?!", ma dopo aver ripreso le forze la voglia di tornare in strada l'ha sempre avuta vinta.
 

PATRIZIA
Patrizia, casalinga, madre di due figli ormai grandi, da 5 anni si dedica con passione ai bambini con disabilità e ai loro genitori. Si tratta di famiglie che spesso vengono da lontano per affrontare cure particolari in un ospedale milanese e che si sentono un po' perdute in questa situazione. Patrizia si alterna con altri volontari per offrire alle famiglie e ai bambini un po' di compagnia, un conforto. La sua scelta è nata un po' per caso, con un numero di telefono che qualcuno le aveva dato. Il primo impatto è stata la paura di non farcela poi ha deciso di iniziare pensando che sarebbe stata d'aiuto ad altre persone, e invece oggi può dire che sono stati gli altri ad aiutare lei.
 

MAURIZIO
Maurizio è un consulente informatico che, come volontario, porta gratuitamente il suo sapere tecnico in alcune associazioni. Svolge prevalentemente attività di assistenza e consulenza "da remoto" ma una volta a settimana tiene un corso sull'utilizzo del pc. È qui che incontra le persone che gli fanno vivere le soddisfazioni più grandi. Per lui fare il volontario significa conoscersi e conoscere situazioni che lo tengono "agganciato alla realtà", entrare in contatto diretto con quello che nella quotidianità delle nostre vite spesso ci sfugge.
 

MAREENA
Mareena ha 20 anni e frequenta l'ultimo anno di perito aziendale. Da 6 anni fa volontariato in un'associazione in cui inizialmente aveva trovato lei un supporto. Mareena infatti non è nata in Italia e quando è arrivata ha incontrato persone importanti che l'hanno aiutata ad imparare l'italiano. Quando ha capito che poteva essere lei di aiuto per gli altri ha iniziato a occuparsi di ragazzi con disabilità stando insieme a loro nel tempo libero. Mareena sente che questa esperienza l'ha aiutata a crescere. Per lei fare volontariato è anche un modo per migliorare la società in cui viviamo.
 

MANUELA
Manuela, 33 anni, fa l'educatrice professionale ma da tempo è anche volontaria presso una comunità che accoglie ragazze adolescenti. Ha iniziato a farlo quando ancora stava studiando perchè non le bastava la teoria dei libri, voleva toccare con mano la realtà. Nel suo percorso non è mai sola, accanto a lei c'è sempre un gruppo di volontari e professionisti con cui condivide ogni scelta. Per lei fare volontariato significa avere l'opportunità di ripensarsi continuamente perchè incontrare gli altri è un modo di incontrare anche se stessa.

 

GIUSEPPE
Giuseppe è in pensione e da qualche tempo fa il volontario. La mattina e il pomeriggio è autista di un pulmino che accompagna alcuni ragazzi con disabilità da casa a scuola e viceversa. Quando parla dei suoi ragazzi gli si illuminano gli occhi, specie quando pensa alla baraonda che che scoppia quando bisogna scegliere le canzoni da ascoltare lungo il tragitto.
 

GIULIO
Giulio ha 18 anni e frequenta il liceo scientifico. Quando può partecipa alle iniziative di un'associazione che si occupa di ambiente. Ripulendo i parchi della città e organizzando attività di animazione per i bambini Giulio sente di contribuire a migliorare la qualità della vita di tutti. Per lui questo è anche un modo per stare a contatto con la natura e con altre persone con cui condivide un interesse importante.
 

FILIPPO
Filippo, 25 anni, svolge servizio civile volontario presso un'associazione di Milano ma è anche socio di un'associazione di Abbiategrasso che opera in favore di giovani e migranti. Quattro anni fa, scrivendo una tesi di ricerca ha conosciuto questa seconda realtà in cui ha deciso di "fermarsi" per dedicarsi inizialmente ai ragazzi del doposcuola e in seguito agli adulti in difficoltà. Specializzato nei temi legati all'immigrazione, con questa esperienza Filippo concilia i suoi interessi professionali con il desiderio di stabilire una relazione di reciprocità con le persone che vivono ai margini.
 

FABIOLA
Fabiola lavora in un ristorante ma da un anno fa anche la volontaria in un'associazione in cui si occupa un po' di tutto: dal banco alimentare per le persone bisognose, ai corsi di italiano per le persone straniere, al lavoro di segreteria. Ha conosciuto l'associazione in cui opera per caso, andando ad una festa, e lì ha scoperto un mondo nuovo in cui quotidianamente può dedicare una o due ore del suo tempo agli altri. Dice che le attività che svolge la fanno sentire gratificata e ogni giorno impara qualcosa di nuovo.
 

DARIO
Dario, nato a Napoli nel '34, da ormai 40 anni vive a Milano. Prima della pensione lavorava in una grande azienda petrolchimica. Appassionato di navigazione ed aeromodelli, negli ultimi 10 anni ha fatto con piacere anche il nonno occupandosi in particolare di una delle sue nipoti. Qualche tempo fa ha deciso di entrare a far parte di un gruppo di volontari suoi coetanei che gira per le scuole a raccontare agli alunni com'era la vita dei bambini e dei ragazzi cresciuti a cavallo delle seconda guerra mondiale. Con questa attività Dario, ogni volta, torna indietro nel tempo, senza malinconia, ma con la passione di chi sente di dare ai ragazzi qualcosa di prezioso per il loro futuro. Dice di sé di essere "Nu bbravo guaglione"...e noi gli crediamo!
 

ANNA
Anna ha 29 anni e si occupa di selezione e formazione del personale. Come volontaria organizza e gestisce attività di animazione per bambini e ragazzi presso una struttura ospedaliera. Ha iniziato per curiosità, si è detta "perché no?", poi pian piano è entrata in contatto con la sofferenza, ma presto ha scoperto anche il "sorriso nella sofferenza". Il gruppo di volontari di cui fa parte per lei è fondamentale, insieme organizzano e conducono le attività dal gioco, alle favole, al momento della merenda. Per Anna fare la volontaria significa dare un po' di tempo e energie a persone che hanno bisogno, ma questo significa anche ricevere molto di più. Il tempo che dedica al volontariato è come un rituale immancabile e alla fine, ogni volta, torna a casa stanca e felice.

Progetti

Ciessevi fa parte della rete